Gli adolescenti e il gruppo dei pari

Gli adolescenti e il gruppo dei pari

Gli adolescenti e il gruppo dei pari: spazio di confronto e rispecchiamento

Durante l’adolescenza il gruppo dei pari acquista un’importanza centrale. La spinta che i ragazzi sentono verso l’esterno è molto forte, così come la volontà di esplorare il mondo circostante e le relazioni che vi si possono intrecciare. Nel rapportarsi con i propri coetanei, i ragazzi cercano di soddisfare bisogni e desideri impliciti che riguardano diversi piani del sé e che nel rapporto con l’altro possono trovare accoglimento o rifiuto, conferme o disconferme. Le relazioni con il gruppo sono quindi funzionali al raggiungimento di diversi obiettivi evolutivi che sotterraneamente l’adolescenza pone.

Leggi tutto “Gli adolescenti e il gruppo dei pari”

La famiglia degli hikikomori

La famiglia degli hikikomori

La famiglia degi hikikomori. Come i genitori vedono il figlio

Secondo Charmet i vari cambiamenti citati nel precedente articolo fanno sì che nella famiglia degli hikikomori i genitori, quando nasce un bambino, non lo vedano più come un piccolo selvaggio da addomesticare, bensì come un cucciolo d’oro da adorare e proteggere, un essere estremamente buono e positivo di natura, e di cui bisogna cercar di far crescere nella maniera più spontanea possibile le aspirazioni ed inclinazioni naturali:

Leggi tutto “La famiglia degli hikikomori”

La famiglia dei nuovi adolescenti

La famiglia dei nuovi adolescenti

La famiglia dei nuovi adolescenti. Le influenze sul ritiro dalla società

Una volta cercato di delineare e descrivere il problema clinico davanti al quale ci troviamo, può essere utile come psicologi (e per di più come psicologi clinico-dinamici) cercare di pensare al livello familiare del problema; come, cioè, l’ambiente familiare ha influito e/o determinato il problema presente? Quali stili educativi, valori e modalità relazionali sono andate a strutturare la presente maniera con cui la persona vive e si interfaccia col mondo?

Leggi tutto “La famiglia dei nuovi adolescenti”